Attualità dei media

La giornalista e scrittrice Susan Boos sarà, dal 1. gennaio 2021, la nuova presidente del Consiglio svizzero della stampa.

Con 17 voti contro 7 la Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale propone di entrare in materia sul progetto a favore del rafforzamento dei media e in linea di massima accoglie positivamente il previsto sostegno del paesaggio mediatico. Una minoranza propone di non entrare in materia.

Il Consiglio svizzero della stampa è consapevole della necessità per gli editori di procurarsi introiti attraverso la pubblicità. Esprime però viva preoccupazione per le forme sempre più aggressive che ha preso il cosiddetto «native advertising».

Oltre alla possibilità di accedere a contenuti d'archivio online e tramite postazioni di consultazione specifiche presso biblioteche e università, i giornalisti delle aziende mediatiche svizzere possono ora cercare negli archivi SSR video selezionati tramite il portale Shared Content, scaricarli e utilizzarli sui rispettivi siti web.

La Commissione della concorrenza (COMCO) ha deciso di avviare una procedura di esame approfondito della concentrazione tra AZ Medien e NZZ. Le due imprese prevedono di destinare in un’impresa comune le loro attività in Svizzera nel settore dei media regionali. Vi sono indizi secondo i quali la concentrazione crea o rafforza una posizione dominante su mercati differenti.

L’organizzazione settoriale NET-Metrix pubblica oggi i dati del suo studio sulla frequentazione online.